By / 1st maggio, 2014 / Notizie, Novità ed Eventi / No Comments

Per tre giorni Radicofani cambia volto: torna ai tempi della mezzadria, festeggiando gli antichi mestieri. Artigianato, ma anche la rievocazione della trebbiatura sono al centro di un ricco programma che si snoda per tre giorni, dal 31 maggio al 2 giugno. Si comincia alle 19 di sabato con l’apertura degli stand gastronomici al coperto: oltre al menù della tradizione contadina, da non perdere la specialità locale: i cazzagnoli (una sorta di pici). Dopocena ecco il ballo Gianni e Patrizia. Domenica 1 giugno la festa parte presto (ore 10) con la sfilata della macchine agricole. Nel pomeriggio (ore 15,30) l’attesa trebbiatura con macchine d’epoca e l’accimatura del pagliaio. Chiude l’esibizione della “Leggera electric folk band”. Lunedì 2 giugno si apre in mattinata con lo “sdigiuno contadino”, mentre nel pomeriggio torna la trebbiatura con macchine d’epoca e l’accimatura del pagliaio. Si chiude (dalle ore 21) con il ballo accompagnato da Claudio e Luana.

Domenica e lunedì ci sarà anche l’esibizione dell’associazione degli antichi mestieri di Equi terme, oltre alla possibilità di assistere alla conciatura di pelli, alla costruzione di archi e alla promozione dell’arco a cura della compagnia arcieri cacciatori Prima. In ogni caso, nei tre giorni, dell’iniziativa oltre agli stand gastronomici, le vie del borgo saranno animate da antiche macchine agricole, fabbri, falegnami, calzolai, cantine, lavanderie, ricamatrici, armaioli e varie botteghe.

Per maggiori informazioni www.comune.radicofani.siena.it